Servizio CUP

Aperto LUN - VEN
8:30 - 13:00 | 14:00 - 18:30


(+39) 081 0010202


App di Sanità Senza Problemi

L'App della buona sanità è arrivata!
Gratuita e disponibile per Android e iOS, smartphone e tablet!
Scaricala subito dal tuo Store!



Valgismo: la comune “cipolla”

L’alluce valgo è una sporgenza ossea che protrude da un lato dell’alluce provocata dalla deviazione della punta di questo dito con conseguente modifica strutturale dell’articolazione che può trasformarsi in una vera e propria deformità.

È sicuramente un difetto antiestetico, ma oltre ad avere ripercussioni in questo senso, l’aspetto più preoccupante è il dolore legato alla patologia. Eh sì, perché l’alluce valgo è una vera patologia infiammatoria e che progredendo può provocare problemi alla deambulazione.

La diagnosi è abbastanza semplice in quanto l’affezione è caratterizzata da segni tipici:

  • arrossamento e gonfiore dell’articolazione dell’alluce;
  • formazione di un callo al lato del dito, la cosiddetta “cipolla”, e di un occhio di pernice nel punto in cui l’alluce sfrega il dito vicino;
  • dolore;
  • limitazione del movimento delle dita dei piedi.

Le cause scatenanti il valgismo, così è definita questa affezione patologica, sono varie, tra cui si annoverano:

  • predisposizione genetica e fattori ereditari;
  • ferite o lesioni traumatiche al piede;
  • difetti alla nascita (patologie congenite);
  • postura scorretta;
  • sovrappeso;
  • l’uso di tacchi alti, che sposta il carico del piede sulla parte anteriore pesando, quindi, quasi totalmente sulle dita;
  • scarpe a punta stretta che comprimono il piede;
  • artrite reumatoide.

La prima indagine che il medico specialista mette in atto è il semplice esame obiettivo in modo da individuare i caratteristici sintomi del valgismo o le complicazioni a esso associate. Per una diagnosi più approfondita e precisa, lo specialista prosegue con una radiografia che visualizzi l’intero apparato osseo del piede: in questo modo potrà valutare la gravità del disturbo e ipotizzare la sua causa, nonché adattare la terapia migliore.

In alcuni casi, la presenza della caratteristica “cipolla” a livello dell’alluce può essere un segno di altre patologie, come per esempio la gotta, una malattia del metabolismo che si manifesta con la presenza di gonfiore e dolore alle articolazioni. Quella alla base dell’alluce è tra le più colpite e, a un occhio poco esperto, la deformità causata dalla gotta può sembrare simile a quella provocata dal valgismo. Ovviamente, nel caso di sospetta gotta, le indagini proseguono con esami di laboratorio.

Una volta individuata con certezza la presenza di valgismo, le strategie da applicare possono essere:

  • azioni preventive e terapeutiche, consigliando l’uso di scarpe ampie e comode che permettano alle dita dei piedi di avere spazio a disposizione;
  • applicare un bendaggio per evitare di avere i piedi in posizione innaturale;
  • assumere farmaci antidolorifici al fine di alleviare o ridurre gonfiore, dolore e infiammazione.
Avatar
Dott.ssa Biologa Minicone Sara
sara.minicone@gmail.com
No Comments

Post A Comment

Questo sito internet fa uso di piccoli file di testo (cookie) atti al corretto svolgimento di tutte le funzioni visualizzate. I cookie sono normalmente usati per permettere al nostro portale di funzionare correttamente (cookie tecnici), di generare report e statistiche di utilizzo (cookie statistici) e di generare piccoli contenuti pubblicitari non invasivi in base alle pagine visitate (cookie di profilazione). La Privacy & Cookie Policy è consultabile in ogni momento a questo indirizzo.

Accettandone l’utilizzo, riusciremo ad offrire un servizio sempre migliore e mirato alle vostre esigenze.

Alcuni contenuti o funzionalità del nostro sito non sono disponibili in quanto non è stata accettata l’esecuzione dei cookie.
Questo succede perchè “%SERVICE_NAME%” richiede l’utilizzo di tali cookie. Per visualizzare questo contenuto o funzionalità, è necessario attivarli cliccando qui.