[datetoday]
Servizio CUP

Aperto LUN - VEN
8:30 - 13:00 | 14:00 - 18:30


(+39) 081 0010202


App di Sanità Senza Problemi

L'App della buona sanità è arrivata!
Gratuita e disponibile per Android e iOS, smartphone e tablet!
Scaricala subito dal tuo Store!



Maculopatia: sintomi e come scoprirla

La maculopatia o degenerazione maculare è una malattia che coinvolge la parte centrale dellla retina detta macula.

La maculopatia è caratterizzata dalla progressiva perdita della visione centrale, spesso bilaterale, che limita fortemente la funzione visiva. Tuttavia, la maculopatia degenerativa non porta mai a cecità completa in quanto la visione laterale è solitamente conservata fino agli stadi terminali della maculopatia retinica. La maculopatia senile, o degenerazione maculare, legata all’età è la forma più frequente di maculopatia, che colpisce 25-30 milioni di persone nel mondo occidentale.

Altre forme di maculopatia sono:

  • miopica,
  • diabetica,
  • essudativa dopo trombosi venose della retina,
  • maculopatia a cellophane o Pucker maculare.

Per investigare se i primi sintomi siano dei veri segni di malattia si po’ procedere con un semplice test: il test di Amsler o test di maculopatia.

Lo scopo del test è individuare il più precocemente possibile la METAMORFOPSIA che è il sintomo più tipico e precoce della maculopatia degenerativa. Per metamorfopsia si intende la deformazione, ondulazione, distorsione di tutto ciò che è dritto. Di solito si avverte meglio durante la lettura per cui il paziente percepisce le righe del giornale distorte, ondulate o spezzate. Purtroppo questo sintomo non sempre viene notato precocemente perché spesso il paziente non si accorge del disturbo fino a quando non si copre l’occhio sano.

In linea di massima, questo test è consigliato a tutte le persone che sono a rischio di sviluppare la degenerazione maculare e quindi le persone di età superiore ai 50 anni, i miopi elevati, le persone che abbiano avuto già un occhio colpito dalla malattia.

Avatar
Dott.ssa Biologa Minicone Sara
sara.minicone@gmail.com
Nessun commento

Lascia un commento