Servizio CUP

Aperto LUN - VEN
8:30 - 13:00 | 14:00 - 18:30


(+39) 081 0010202


App di Sanità Senza Problemi

L'App della buona sanità è arrivata!
Gratuita e disponibile per Android e iOS, smartphone e tablet!
Scaricala subito dal tuo Store!



Semi di lino, interi o macinati, l’importante è che ci siano!

La pianta del lino, pianta spontanea, è usata sin dall’antichità a scopo terapeutico grazie alle notevoli proprietà dei suoi semi e della sua fibra: è coltivata in quanto dai primi è possibile ricavare la farina e l’olio di lino, usato come integratore alimentare, per rifiniture per il legno, come diluente per le vernici, come base per saponi o gel per capelli. La fibra è, invece, nota per il suo pregio, si ottiene l’omonima fibra resistente, qualitativamente superiore al cotone.

I semi di lino sono ricchi di acidi grassi e vengono mangiati secchi, ammorbiditi in acqua o appena germogliati; l’olio, invece, non deve mai essere usato per le fritture in quanto si altera alle alte temperature.

All’interno dei semi vi sono mucillagini responsabili dell’azione lassativa di cui i semi si caratterizzano, tale effetto, però, si esplica solamente se viene assunta abbastanza acqua, in caso contrario, come per tutte le fibre, si avrebbe l’effetto opposto, cioè la stipsi.

Le proprietà più interessanti sono, per l’appunto, dovuto alle sue mucillagini, che lo rendono capace di esercitare le seguenti azioni:

  • antinfiammatoria (olio di lino o semi sotto forma di infuso)
  • emolliente (olio di lino)
  • lenitiva contro tosse secca (semi)
  • integratore di acidi grassi omega-3
  • protettive da malattie cardiovascolari
  • protettive da malattie neurodegenerative
  • antiossidanti
  • regolatrice della funzionalità intestinale

Per il consumo diretto dei semi c’è un diatriba tutt’oggi aperta: meglio mangiarli interi o macinati?

C’è chi sostiene che mangiarli interi non sia una buona idea in quanto non vengono digeriti e vengono eliminati come tali nelle feci. In generale, se si vogliono assumere semi di lino per dimagrire riducendo l’assorbimento dei grassi intestinali o per regolarizzare l’intestino, si possono mangiare sia interi che macinati, ricordandosi sempre di bere molta acqua. Se, invece, si assumono i semi di lino per il loro apporto di acidi grassi omega 3, allora è meglio consumarli macinati.

Avatar
Dott.ssa Biologa Minicone Sara
sara.minicone@gmail.com
No Comments

Post A Comment

Questo sito internet fa uso di piccoli file di testo (cookie) atti al corretto svolgimento di tutte le funzioni visualizzate. I cookie sono normalmente usati per permettere al nostro portale di funzionare correttamente (cookie tecnici), di generare report e statistiche di utilizzo (cookie statistici) e di generare piccoli contenuti pubblicitari non invasivi in base alle pagine visitate (cookie di profilazione). La Privacy & Cookie Policy è consultabile in ogni momento a questo indirizzo.

Accettandone l’utilizzo, riusciremo ad offrire un servizio sempre migliore e mirato alle vostre esigenze.

Alcuni contenuti o funzionalità del nostro sito non sono disponibili in quanto non è stata accettata l’esecuzione dei cookie.
Questo succede perchè “%SERVICE_NAME%” richiede l’utilizzo di tali cookie. Per visualizzare questo contenuto o funzionalità, è necessario attivarli cliccando qui.