Domenica
21 luglio


Servizio CUP

Aperto LUN - VEN
8:30 - 13:00 | 14:00 - 18:30


(+39) 081 0010202


App di Sanità Senza Problemi

L'App della buona sanità è arrivata!
Gratuita e disponibile per Android e iOS, smartphone e tablet!
Scaricala subito dal tuo Store!



Scegliere un buon succo di frutta: occhio all’etichetta!

Da offrire agli ospiti in visita di cortesia, da bere in un caldo pomeriggio o la mattina a colazione al posto del latte, una buona scelta può essere quella di optare per un succo di frutta. Ma si sa riconoscere un vero e proprio succo di frutta distinguendolo dalle imitazioni, in cui, a volte, la frutta nemmeno è presente?!

Esistono tanti tipi di succhi di frutta, e non tutti sono proprio genuini.

I succhi di frutta non sono altro che acqua e zucchero, come del resto ogni frutto, che sia una mela, un’arancia o una pera, è costituito da circa l’80% di acqua e una buona percentuale di zucchero, oltre che vari nutrienti presenti in quantità minori come le vitamine o i sali minerali.

Purtroppo l’industria produttrice per adeguarsi alla grande distribuzione e per migliorare i propri margini di guadagno, anziché utilizzare la giusta proporzione acqua-frutta ed essendo la frutta più costosa dell’acqua, ha iniziato a sbilanciare questa proporzione a favore dell’acqua, mettendo sempre meno frutta e più acqua nel prodotto “allungandolo”  e facendo del succo di frutta originario una miscela di acqua e zuccheri, quali sciroppo di glucosio oppure saccarosio.

E allora come riconoscere, leggendo l’etichetta, un succo di qualità?

Prima di tutto quando si parla di succo di frutta si intende proprio quello che possiamo immaginare: solo frutta, spremuta, 100% di frutta. Trovare dei veri succhi di frutta è molto più complicato di quanto si pensi, nonostante siano bevande naturali in assoluto, e in quanto tali devono contenere solo frutta, niente conservanti, niente aromi e niente coloranti (vietati per tutte le tipologie di bevanda alla frutta).

Nell’acquisto dei succhi di frutta bisogna quindi:

  • preferire i succhi di frutta naturali al 100 per cento o che ne contengano un’alta percentuale (più del 50% di frutta);
  • per i nettari scegliere quelli con zuccheri naturali dell’uva;
  • prediligere la frutta italiana;
  • cercare i prodotti che riportano l’indicazione “pressati a freddo”;
  • più l’etichetta è corta meglio è, vuol dire che ci sono pochi ingredienti ma buoni;
  • può essere utile l’indicazione del corrispettivo del frutto intero (numero di frutti o fette utilizzate per la produzione del succo).

 

5.0
01


Avatar
Dott.ssa Biologa Minicone Sara
sara.minicone@gmail.com

Lascia un commento

Questo sito internet fa uso di piccoli file di testo (cookie) atti al corretto svolgimento di tutte le funzioni visualizzate. I cookie sono normalmente usati per permettere al nostro portale di funzionare correttamente (cookie tecnici), di generare report e statistiche di utilizzo (cookie statistici) e di generare piccoli contenuti pubblicitari non invasivi in base alle pagine visitate (cookie di profilazione). La Privacy & Cookie Policy è consultabile in ogni momento a questo indirizzo.

Accettandone l’utilizzo, riusciremo ad offrire un servizio sempre migliore e mirato alle vostre esigenze.

Alcuni contenuti o funzionalità del nostro sito non sono disponibili in quanto non è stata accettata l’esecuzione dei cookie.
Questo succede perchè “%SERVICE_NAME%” richiede l’utilizzo di tali cookie. Per visualizzare questo contenuto o funzionalità, è necessario attivarli cliccando qui.