[datetoday]
Servizio CUP

Aperto LUN - VEN
8:30 - 13:00 | 14:00 - 18:30


(+39) 081 0010202


App di Sanità Senza Problemi

L'App della buona sanità è arrivata!
Gratuita e disponibile per Android e iOS, smartphone e tablet!
Scaricala subito dal tuo Store!



Quando la felicità parte dell’alimentazione

Meglio nota come “ormone del buonumore” o “ormone della felicità” la  serotonina è un neurotrasmettitore che agisce in numerosi processi dell’organismo e gioca un ruolo fondamentale sia per il benessere dell’apparato gastrointestinale, sia per la stabilità del  sistema nervoso.

Sintetizzata attraverso il  triptofano, un amminoacido essenziale che deve essere introdotto con l’alimentazione, la serotonina è in grado di regolare varie funzioni legate sia alla digestione che al controllo dell’appetito. Interviene nella regolazione del ritmo sonno-veglia e nel sistema cardiovascolare, tenendo sotto controllo la pressione del sangue. Rappresenta un  elemento importante anche per l’apprendimento e la memoria, nonché per la formazione delle ossa.

Partendo dai carboidrati, quelli complessi facilitano il trasporto del triptofano nell’organismo: via libera, quindi, ai prodotti integrali, ai  legumi come  lenticchie e  piselli, alle patate contenenti amido. Per quanto riguarda il mondo animale, gli  alimenti di origine animale possono rappresentare un valido aiuto come le  uova, il  latte e i latticini in generale.  Dal mondo vegetale è possibile trarre il maggiore apporto di serotonina attraverso alcuni  frutti freschi  come le  banane , le  ciliegie , le  prugne , l’ananas  e i  kiwi , ma anche le  noci  e le  mandorle.

Tra le verdure vanno bene quelle a  foglie verdi e i  pomodori, contengono triptofano anche i  semi di soia,  di sesamo e di girasole.

Infine  il cioccolato, soprattutto quello fondente, rappresenta una fonte notevole di serotonina, sia perché è contenuta al suo interno sia grazie alla presenza di triptofano. È sempre preferibile consumare cioccolato contenente cacao all’85%.

Per aumentare i livelli di serotonina con il cibo, senza  correre il rischio di ingrassare, è necessario assumere cibi a bassa densità calorica, ricchi di triptofano ma poveri di altri  amminoacidi come  leucina e  fenilalanina. Purtroppo, tale caratteristica è soddisfatta parzialmente soltanto da alcuni frutti, come  papaya, banane e  datteri, ragion per cui, se si vuole godere degli effetti benefici di questo ormone, bisogna chiudere un occhio sulle calorie e compensare in altro modo.

Avatar
Dott.ssa Biologa Minicone Sara
sara.minicone@gmail.com
Nessun commento

Lascia un commento