Servizio CUP

Aperto LUN - VEN
8:30 - 13:00 | 14:00 - 18:30


(+39) 081 0010202


App di Sanità Senza Problemi

L'App della buona sanità è arrivata!
Gratuita e disponibile per Android e iOS, smartphone e tablet!
Scaricala subito dal tuo Store!



Propoli: potente e poliedrico rimedio naturale

La propoli è una miscela di resine naturali raccolte dalle api su cortecce e germogli, rielaborate poi con secrezioni e cere all’interno dell’alveare. Il ruolo della propoli nell’alveare è principalmente quello di proteggere dal freddo e dai possibili predatori. Si rivela, infatti, un ottimo collante per rinforzare e otturare eventuali fessure presenti nell’arnia, è un utile isolante per bloccare il fenomeno della putrefazione di corpi estranei rimasti imprigionati all’interno dell’alveare ed è un mezzo per difendersi da microrganismi estranei e nocivi all’alveare stesso.

Già gli Egizi, osservando questi fenomeni, usavano la propoli nella pratica della mummificazione. In seguito, l’utilizzo si è diffuso in medicina come antisettico. Si definisce antibiotico una sostanza prodotta da un microrganismo, capace di ucciderne altri. E la propoli è proprio costituita da una miscela di composti di natura aromatica e fenolica presenti nelle piante, in particolare è la grande ricchezza di flavonoidi che assicura la funzione più preziosa: quella antimicrobica. Si riscontrano, inoltre, numerose sostanze benefiche, tra cui acidi grassi, amminoacidi, vitamine, sali minerali, la cui distribuzione percentuale è molto variabile in funzione delle stagioni e del tipo di vegetazione presente nel luogo.

L’utilizzo della propoli è indicato principalmente per combattere le infezioni dell’apparato respiratorio come raffreddore, mal di gola, influenza, ma la sua peculiarità è l’ampia versatilità: dalla cura dell’igiene orale, contro alito cattivo, gengiviti, infiammazioni della bocca in genere, alle cicatrizzazioni lente e difficili; da dermatiti, screpolature, foruncoli, eczemi, a problemi ginecologici fino alla cura di gastriti, coliti e ulcere.

Nel trattamento delle infiammazioni delle gengive e delle mucose orali, la tintura di propoli favorisce la cicatrizzazione delle ferite e, come collutorio, rinfresca l’alito. Contro nausea, bruciori di stomaco, disappetenza, iperacidità e ipoacidità sono necessarie 20 gocce di tintura di propoli molto diluita in acqua calda, presa a intervalli regolari (tre volte al giorno) durante il giorno. Il trattamento può avvenire in una varietà di modi: oltre a rivestire la gola do propoli si consiglia di fare gargarismi con una soluzione di tintura di propoli e acqua calda e di inghiottire la soluzione. Anche contro psoriasi, eczema e acne si usano pomate a base propolica.

Avatar
Dott.ssa Biologa Minicone Sara
sara.minicone@gmail.com
Nessun commento

Lascia un commento

Questo sito internet fa uso di piccoli file di testo (cookie) atti al corretto svolgimento di tutte le funzioni visualizzate. I cookie sono normalmente usati per permettere al nostro portale di funzionare correttamente (cookie tecnici), di generare report e statistiche di utilizzo (cookie statistici) e di generare piccoli contenuti pubblicitari non invasivi in base alle pagine visitate (cookie di profilazione). La Privacy & Cookie Policy è consultabile in ogni momento a questo indirizzo.

Accettandone l’utilizzo, riusciremo ad offrire un servizio sempre migliore e mirato alle vostre esigenze.

Alcuni contenuti o funzionalità del nostro sito non sono disponibili in quanto non è stata accettata l’esecuzione dei cookie.
Questo succede perchè “%SERVICE_NAME%” richiede l’utilizzo di tali cookie. Per visualizzare questo contenuto o funzionalità, è necessario attivarli cliccando qui.