Servizio CUP

Aperto LUN - VEN
8:30 - 13:00 | 14:00 - 18:30


(+39) 081 0010202


App di Sanità Senza Problemi

L'App della buona sanità è arrivata!
Gratuita e disponibile per Android e iOS, smartphone e tablet!
Scaricala subito dal tuo Store!



Piccolo e Grande Male

L’epilessia è un disturbo neurologico a carico del sistema nervoso centrale caratterizzato dal susseguirsi di crisi epilettiche dovute all’iperattività delle cellule nervose cerebrali cioè i neuroni.

Queste crisi possono consistere in brevi manifestazioni di assenza o alterazioni più importanti a livello sensitivo, psichico o motorio.

I sintomi di una crisi epilettica possono variare quindi da caso a caso: alcune persone fissano un punto per alcuni secondi, mentre altre possono arrivare a contrarre ripetutamente braccia e gambe. Tali contrazioni, o spasmi, possono essere:

  • Mioclonici, spasmi di lieve entità
  • Tonici, contrazioni intense
  • Tonici/clonici, violenti spasmi seguiti da repentino rilassamento

Le crisi epilettiche vengono classificate in convulsioni focali e convulsioni generalizzate, a seconda che la scarica delle cellule nervose si verifichi in una sola regione della corteccia cerebrale o in tutta la corteccia cerebrale.

Le prime sono attacchi leggeri che non provocano una vera e propria perdita di conoscenza; le seconde, invece, interessano entrambi gli emisferi e sono accompagnate quasi sempre da una assenza, ovvero da perdita di conoscenza.

Le più serie crisi epilettiche generalizzate possono essere classificate in 6 diversi tipi:

  • Crisi di assenza, definite “piccolo male”, caratterizzate da rapide e fugaci perdite di coscienza che va dai 4 ai 20 secondi e rappresenta una delle più tipiche forme di epilessia nel bambino e nel giovane;
  • Convulsioni toniche che si manifestano con irrigidimento dei muscoli;
  • Convulsioni atone con perdita del controllo muscolare che può causare cadute improvvise;
  • Contrazioni cloniche caratterizzate da movimenti muscolari ripetuti o ritmici, in genere coinvolgenti i muscoli del collo, del viso e delle braccia;
  • Crisi miocloniche con improvvisi e brevi sussulti di braccia e gambe;
  • E infine, crisi tonico-cloniche definite, nel complesso, “grande male”, e che rappresentano la forma più grave di crisi epilettica. Questa dura circa 5-10 minuti e si manifesta con una prma fase di contrazione intensa di tutto il corpo, a seguire una fase di convulsioni e, al termine, una fase di risoluzione caratterizzata da respirazione rumorosa e spesso perdita di urine. Il paziente non conserva alcun ricordo della crisi.

Spesso, nonostante numerosi studi, non si riesce a risalire alla causa primaria scatenante il disturbo.. sicuramente l’epilessia è una patologia nelle genesi della quale influiscono i fattori genetici, episodi traumatici a livello cranico, altre patologie cerebrali quali tumori o pregressi ictus, malattie infettive come la meningite, l’Aids e le encefaliti virali.

 

Avatar
Dott.ssa Biologa Minicone Sara
sara.minicone@gmail.com
Nessun commento

Lascia un commento

Questo sito internet fa uso di piccoli file di testo (cookie) atti al corretto svolgimento di tutte le funzioni visualizzate. I cookie sono normalmente usati per permettere al nostro portale di funzionare correttamente (cookie tecnici), di generare report e statistiche di utilizzo (cookie statistici) e di generare piccoli contenuti pubblicitari non invasivi in base alle pagine visitate (cookie di profilazione). La Privacy & Cookie Policy è consultabile in ogni momento a questo indirizzo.

Accettandone l’utilizzo, riusciremo ad offrire un servizio sempre migliore e mirato alle vostre esigenze.

Alcuni contenuti o funzionalità del nostro sito non sono disponibili in quanto non è stata accettata l’esecuzione dei cookie.
Questo succede perchè “%SERVICE_NAME%” richiede l’utilizzo di tali cookie. Per visualizzare questo contenuto o funzionalità, è necessario attivarli cliccando qui.