[datetoday]
Servizio CUP

Aperto LUN - VEN
8:30 - 13:00 | 14:00 - 18:30


(+39) 081 0010202


App di Sanità Senza Problemi

L'App della buona sanità è arrivata!
Gratuita e disponibile per Android e iOS, smartphone e tablet!
Scaricala subito dal tuo Store!



Olive da tavola o da olio, nere o verdi: differenti ma tutte importanti

Le olive rappresentano un alimento presente dall’inizio alla fine sulle nostre tavole, dall’aperitivo all’olio che accompagna tutti i pasti. È per questo che bisogna approcciarsi con intelligenza per avere, nella propria quotidianità, la qualità e la sicurezza dell’alimento.

Un primo passo per farsi un’idea su cosa scegliere è capire da dove parte la storia del singolo prodotto e quale strada ha percorso per giungere fin dentro la borsa della spesa.

Esistono delle differenze sostanziali tra le olive da olio e da tavola: la composizione chimica, il calibro e il contenuto di olio sono solo alcune delle caratteristiche.

Nel nostro Paese si contano circa 60 coltivazioni e vengono prodotte intorno alle 80.000 tonnellate all’anno di olive da tavola di cui un 10% è destinato all’esportazione.

Gli italiani ne consumano più di 120.000 tonnellate all’anno, ed è per questo che si ricorre all’importazione da Grecia, Spagna e Nord Africa, soprattutto Marocco: la domanda è maggiore dell’offerta.

Il problema dell’importazione è che molte volte questa informazione non viene citata in etichetta, il che rende difficile fare un “identikit” completo dell’alimento.

Dal punto di vista nutrizionale, le olive verdi e nere sono abbastanza simili, con una differenza principale nella quantità di grassi e proteine. Nello specifico, le olive nere sono più ricche di proteine e contengono un quantitativo maggiore di acido oleico e acido linoleico. Infine, le olive nere contengono meno fibre rispetto alle olive verdi (2,4 gr contro i 4,4 gr delle olive verdi), per cui entrambe possono essere inserite nell’equilibrata e corretta alimentazione. Come tutti gli alimenti, la cosa importante è la quantità.

Avatar
Dott.ssa Biologa Minicone Sara
sara.minicone@gmail.com
Nessun commento

Lascia un commento