[datetoday]
Servizio CUP

Aperto LUN - VEN
8:30 - 13:00 | 14:00 - 18:30


(+39) 081 0010202


App di Sanità Senza Problemi

L'App della buona sanità è arrivata!
Gratuita e disponibile per Android e iOS, smartphone e tablet!
Scaricala subito dal tuo Store!



Noce moscata: l’oro nascosto delle cure naturali

La nocemoscata è un concentrato delle migliori caratteristiche alimentari della frutta e della verdura in quanto contiene preziosi minerali, vitamine, flavonoidi antiossidanti e alcaloidi dalla spiccata azione antitumorale specifica. Inoltre, contiene betacarotene proprio come le carote, il limonene tipico degli agrumi  dalla potente azione anticancerogena, come pure il geraniolo, contenuto nella carota o nel mirtillo e l’eugenolo contenuto nei chiodi di garofano e nella cannella. La noce moscata è rinomata per essere antielmintica, antinfiammatoria, antiossidante, antibatterica, antivirale, immunostimolante, ansiolitica e antidepressiva grazie alla presenza di alcuni alcaloidi psicoattivi contenuti nei suoi oli essenziali quali la miristicina (epatoprotettiva e afrodisiaca capace di aumentare la produzione di testosterone) il safrolo e l’elemicina che, con l’aggiunta di un ammina, formano feniletilammina, simile all’MDMA utilizzata per produrre la famigerata droga da discoteca Ecstasy; ad essa vanno attribuite specifiche azioni anticancerogene per molti tumori del sangue quali linfomi e leucemie.

La miristicina della noce moscata pare essere la sostanza più attiva nel proteggere e curare il fegato; il limonene  è candidato per una varietà infinita di applicazioni mediche, tra cui la couadiuvazione alla cura di cancro e Aids, difatti incrementa i livelli degli enzimi epatici utilizzati nella neutralizzazione dei cancerogeni e promuove il rilascio di enzimi implicati nell’eliminazione dei cancerogeni del fegato, del pancreas e dell’intestino. È chemiopreventivo e riduce la crescita tumorale al seno così come il geraniolo, specifico per i tumori intestinali e mammari. L’eugenolo funge da anestetico locale, ottimo nelle odontalgie, antinfiammatorio, analgesico, antibiotico e antielmintico.

La noce moscata contiene, ancora poi, i lignani, sostanze dall’azione radioprotettiva, antiossidante e immunomodulante. Se non bastasse tutto ciò, a suggerire la sua considerazione nei cicli di chemioterapia naturale o integrata, è bene sapere che la noce moscata determina il rilascio di un ormone antitumorale secreto  per eccellenza dalla ghiandola pituitaria, ovvero la melatonina.

Insomma, così piccola ma così potente tanto da poter essere considerata “l’oro nascosto delle cure naturali”.

 

Avatar
Dott.ssa Biologa Minicone Sara
sara.minicone@gmail.com
Nessun commento

Lascia un commento