Domenica
15 settembre


Servizio CUP

Aperto LUN - VEN
8:30 - 13:00 | 14:00 - 18:30


(+39) 081 0010202


App di Sanità Senza Problemi

L'App della buona sanità è arrivata!
Gratuita e disponibile per Android e iOS, smartphone e tablet!
Scaricala subito dal tuo Store!



Mistero Kamut: preferirlo? e perché?

Largamente diffuso per la produzione di pasta, pane e prodotti da forno, il grano Kamut altro non è che un marchio registrato: non è una varietà di grano o un tipo di cereale come la segale, l’avena o l’orzo ma è un marchio commerciale registrato di proprietà della SocietàKamut International ldt.

Il marchio Kamut fu registrato nel 1990 da Bob Quinn, della famiglia Quinn, proprietaria di un’omonima azienda biologica che coltivava la varietà di grano kharosan da anni con metodi di coltivazione biologica.

In seguito ad alcuni studi universitari che consideravano questa varietà di grano gigante più digeribile, Bob Quinn si rese conto del crescente interesse da parte del mercato per questa varietà e non potendo brevettare la varietà di grano, registrò il marchio Kamut per utilizzarlo sul proprio prodotto come garanzia che il grano originario rimanesse non modificato e sempre coltivato secondo il metodo dell’agricoltura biologica. Il grano a marchio Kamut è coltivato solo in specifiche regioni degli Stati Uniti e del Canada sotto lo stretto controllo della famiglia Quinn, proprietaria della società Kamut International.

In Italia è importato da aziende autorizzate e può essere macinato da mulini autorizzati della Kamut International.

L’applicazione dei metodi di produzione del grano khorasan-Kamut garantisce al consumatore di:

  • essere l’antica varietà di grano khorosan;
  • essere coltivato solo come grano certificato biologico;
  • avere un contenuto di proteine tra il 12 e il 18%;
  • essere privo al 99% da contaminazioni con varietà di grano moderno;
  • essere privo al 98% di danni da malattia;
  • non essere utilizzato in prodotti che sono denominati o commercializzati in maniera fuorviante o ingannevole.

Nonostante, quindi, non sia altro che un marchio, alcuni vantaggi potrebbe apportarli rispetto al grano “comune” ovvero:

  • è coltivato quasi unicamente nelle pianure semi aride del Montana e dell’Alberta, negli Stati Uniti, e del Saskatchewan in Canada i cui terreni garantiscono al grano un elevato contenuto di sali minerali, primo fa tutti il selenio, di proteine e di vitamine;
  • è ricco in magnesio, utile a rinforzare il sistema immunitario e creare uno scudo contro i malanni di stagione;
  • infine, sembra essere più digeribile rispetto al grano “comune”.


Avatar
Dott.ssa Biologa Minicone Sara
sara.minicone@gmail.com

Lascia un commento