Domenica
21 luglio


Servizio CUP

Aperto LUN - VEN
8:30 - 13:00 | 14:00 - 18:30


(+39) 081 0010202


App di Sanità Senza Problemi

L'App della buona sanità è arrivata!
Gratuita e disponibile per Android e iOS, smartphone e tablet!
Scaricala subito dal tuo Store!



Le uova: maneggiare con cura

Le uova rappresentano un alimento dalle più malleabili potenzialità, sfruttabile in molti modi diversi, in varie ricette e preparazioni ma raramente si pensa a quali siano i rischi ai quali ci si espone maneggiandole. Le uova deposte da animali sani sono sterili, infatti, grazie al guscio, la possibilità di trovarvi all’interno dei patogeni è estremamente remota, ma se l’animale è malato, e basti pensare che molto spesso il batterio Salmonella typhimurium è ubiquitario dell’intestino di questi animali, allora anche le uova lo saranno e, in questo caso, la trasmissione all’uomo sarebbe facile. Poiché la contaminazione non apporta nessuna modifica sensoriale all’alimento, è utile seguire alcuni semplici accorgimenti quali lavarsi bene le mani dopo aver toccato le uova, evitare di lavare le stesse sotto l’acqua corrente (meglio pulire il guscio con un panno prima di conservarlo in frigorifero), mantenere le uova a temperatura refrigerata (esporre a shock termico tali alimenti può facilitare la penetrazione del germe), allontanare immediatamente i gusci dagli spazi di lavoro, in modo che non possano venire a contatto con gli altri alimenti e pulire bene tutti gli utensili utilizzati. Per garantire una migliore bonifica dell’alimento,  in caso di contaminazione, la cosa più appropriata da fare è un’adeguata cottura del prodotto.

Fondamentale nelle scelta delle uova da consumarsi è la consapevolezza di un prodotto di qualità: per capire se un uovo è fresco lo si può immergere in un recipiente pieno d’acqua salata, se l’uovo rimane sul fondo vuol dire che è fresco, in caso contrario vorrà dire che presenta al suo interno una camera d’aria più ampia del normale, indice di invecchiamento e diminuzione della qualità.

Interpretarne la qualità significa anche saper leggere l’etichetta riportata sulla confezione dalla quale si può apprendere il Paese di provenienza e produzione e il tipo di allevamento. Di seguito sono riportate le informazioni tipicamente riportate in etichetta:

I tipi di allevamento possibili sono identificati con i seguenti numeri: 0, 1, 2, e 3 ai quali corrispondono rispettivamente (0) allevamento biologico, (1) allevamento all’aperto, (2) allevamento a terra e (3) allevamento in gabbia.



Avatar
Dott.ssa Biologa Minicone Sara
sara.minicone@gmail.com

Lascia un commento

Questo sito internet fa uso di piccoli file di testo (cookie) atti al corretto svolgimento di tutte le funzioni visualizzate. I cookie sono normalmente usati per permettere al nostro portale di funzionare correttamente (cookie tecnici), di generare report e statistiche di utilizzo (cookie statistici) e di generare piccoli contenuti pubblicitari non invasivi in base alle pagine visitate (cookie di profilazione). La Privacy & Cookie Policy è consultabile in ogni momento a questo indirizzo.

Accettandone l’utilizzo, riusciremo ad offrire un servizio sempre migliore e mirato alle vostre esigenze.

Alcuni contenuti o funzionalità del nostro sito non sono disponibili in quanto non è stata accettata l’esecuzione dei cookie.
Questo succede perchè “%SERVICE_NAME%” richiede l’utilizzo di tali cookie. Per visualizzare questo contenuto o funzionalità, è necessario attivarli cliccando qui.