Lunedì
21 gennaio


Servizio CUP

Aperto LUN - VEN
8:30 - 13:00 | 14:00 - 18:30


(+39) 081 0010202


App di Sanità Senza Problemi

L'App della buona sanità è arrivata!
Gratuita e disponibile per Android e iOS, smartphone e tablet!
Scaricala subito dal tuo Store!



lavanda

Erbe medicinali: la lavanda

Arbusto perenne e sempreverde di piccole dimensioni con rami laterali dai quali si dipartono foglie verdi e fiori profumatissimi di colore violetto, tipici di questa pianta e al quale si deve anche largo uso della lavanda come profumatore. La fioritura avviene in estate e viene largamente coltivati anche in ampie distese proprio per la sua essenza. Dalla lavanda si forma un olio essenziale particolarmente antisettico delle vie urogenitali e respiratorie. Il suo impiego come pianta medicinale è dovuto al fatto che oltre che come olio essenziale, essa può essere utilizzata sotto forma di infuso o tintura proprio contro le affezioni del sistema respiratorio oppure in caso di cistite ed emicrania, invece l’infuso aggiunto all’acqua del bagno può essere usato, oltre che per rendere il bagno deliziosamente profumato, anche per calmarsi in condizioni di rabbia o stress e per sciacquare i capelli dopo lo shampoo per la cute grassa. Forse non tutti sanno che essa può anche essere impiegata in cucina, in dosi molto piccole, per dare un sapore particolare alle pietanze. Una piccola ma utile curiosità prevede che i fiori, dato che mantengono il loro profumo intenso a lungo, possono essere conservati in sacchetti per profumare ambienti e armadi. A livello casalingo, ancora, si possono preparare delle lozioni o impacchi utili per la pulizia e la depurazione del viso. L’essenza di lavanda, invece, viene utilizzata, associata ad altre piante, in creme o unguenti utili per pelli impure o seborroiche e l’essenza pura può essere impiegata su contusioni, punture d’insetto, scottature e alcune ferite da cicatrizzare. Dopo aver conosciuto gran parte delle sue funzioni e sue utilità andiamo a vedere praticamente come possiamo formare questi infusi multi-funzione:

  • infuso di lavanda ed erbette: 10g di lavanda, 10g di serpillo, 10g di timo, 10g di eucalipto,1 litro di acqua – tritare tutte le erbe e porre un cucchiaio in infusione nell’acqua bollente per almeno 10 minuti. Si possono bere diverse tazze al giorno contro il raffreddore
  • infuso di lavanda e menta: 20g di lavanda (fiori), 20g di menta, 1 litro di acqua – lasciare in infusione la miscela tritata in acqua bollente per almeno 5 minuti e poi filtrare. Utile berne qualche tazza al giorno contro la tosse
  • infuso di lavanda puro: 60g di lavanda (fiori essiccati) in 1 litro di acqua – mettere in infusione nell’acqua bollente e lasciare riposare fino a raffreddamento. Utile come lozione contro l’acne.

Conoscere le proprietà e i vari usi delle piante e degli alimenti in sé, oltre al normale uso culinario, è davvero importante, oltre che stimolante, per creare nuove ricette e divertirsi in cucina e soprattutto per approfittare dei benefici che la natura ci offre.

 

Dott.ssa Lucia D’Anzi – biologa nutrizionista

Erbe medicinali: la lavanda
Valuta questo post
Dott.ssa Lucia D'Anzi
Lucia D'Anzi
luci.danzi@gmail.com

Sono la dottoressa D’Anzi Lucia. Ho conseguito il 24 marzo 2015 la laurea magistrale in Biologia (Federico II, Napoli) con indirizzo in biologia della nutrizione che è stata da sempre la mia passione; lavoro infatti come biologa nutrizionista presso un mio studio professionale e seguo continuamente corsi di formazione e di aggiornamento nell’ambito della nutrizione oltre che della biologia in tutte le sue sfaccettature. Ho superato l’esame di stato per l’abilitazione alla libera professione di biologo e sono ufficialmente iscritta all’albo professionale. Attualmente sto seguendo il master di II livello in “dietetica e nutrizione” presso l’università Cattolica del Sacro Cuore dove svolgo anche un tirocinio presso il policlinico Gemelli. Precedentemente ho già svolto tirocinio clinico presso l’azienda ospedaliera A.O.R.N. Cardarelli di Napoli in qualità di nutrizionista; in qualità di biologa ho invece svolto un tirocinio annuale di tesi magistrale in chimica organica presso il complesso universitario di Monte Sant’Angelo, Fuorigrotta (facoltà degli studi di Napoli Federico II).