" /> La Vite rossa contro vene varicose e disturbi del sistema cardiocircolatorio | Sanità Senza Problemi

Giovedì
14 novembre


Servizio CUP

Aperto LUN - VEN
8:30 - 13:00 | 14:00 - 18:30


(+39) 081 0010202


App di Sanità Senza Problemi

L'App della buona sanità è arrivata!
Gratuita e disponibile per Android e iOS, smartphone e tablet!
Scaricala subito dal tuo Store!



La Vite rossa contro vene varicose e disturbi del sistema cardiocircolatorio

La vite rossa è una pianta originaria dell’Europa meridionale e dell’Asia occidentale, attualmente presente in tutti i continenti ad eccezione dell’Antartide, coltivata nelle regioni calde temperate per il frutto e per la produzione di vino. È nota, oltre che per i suoi prodotti, anche per le sue proprietà antinfiammatorie e preventive nei confronti di vene varicose, emorroidi e cellulite.

I principi attivi contenuti nelle foglie raccolte in autunno, quando assumono sfumature rosseggianti da cui trae origine il termine “vite rossa”, appartengono alla categoria dei polifenoli, in particolare dei  bioflavonoidi (antocianidine e proantocianidine), e svolgono un’intensa azione  antiossidante e antinfiammatoria. La loro azione più importante è quella tonica, vasoprotettrice e di cura del sistema cardiocircolatorio dove influenzano positivamente la permeabilità vasale, impedendo edemi e gonfiori.

Anche i  semi e la buccia degli acini, contenendo un fitocomplesso ricco di  flavonoidi,  antocianine,  acidi grassi polinsaturi e  vitamina P, svolgono un’azione utilissima contro l’insufficienza veno-linfatica, nelle patologie cardiovascolari e per i disturbi che implicano problemi circolatori agli occhi, in particolare a livello della retina.

La vite rossa, perciò, è indicata in tutte le forme di vene varicose, flebiti, fragilità capillare, edemi, emorroidi, cellulite, ritenzione idrica, stasi ematica e pesantezza agli arti inferiori.

Le vene varicose, contro cui questa pianta sembra essere molto efficace, sono la manifestazione di un importante disturbo alla circolazione venosa degli arti inferiori che si presentano come evidenti dilatazioni dei vasi con sporgenze dal colore scuro verdastro e possono essere più o meno estese e curviformi.

Le  cause della loro formazione sono molteplici:

  • familiarità,
  • postura ortostatica (sostare in piedi per periodi molto lunghi),
  • peso corporeo,
  • deficit circolatorio.

Per queste ed altre condizioni, le sue foglie, ricche in flavonoidi, e i suoi semi apportano benefici svolgendo  un’azione vasocostrittrice, flebotonica, disinfiammante delle vene e dei vasi linfatici.



Avatar
Dott.ssa Biologa Minicone Sara
sara.minicone@gmail.com

Lascia un commento