Servizio CUP

Aperto LUN - VEN
8:30 - 13:00 | 14:00 - 18:30


(+39) 081 0010202


App di Sanità Senza Problemi

L'App della buona sanità è arrivata!
Gratuita e disponibile per Android e iOS, smartphone e tablet!
Scaricala subito dal tuo Store!



La disintossicazione per salute e bellezza

cibi disintossicanti, quali limone, semi di lino o uva, sono utili per eliminare le tossine  accumulate con l’introduzione di cibi in eccesso e di bassa qualità. L’organismo lavora a pieno regime se gli organi deputati alla stessa disintossicazione sono puliti e quindi meglio disposti ad affrontare il  lavoro di pulizia e filtro dell’organismo. Disintossicarsi significa dunque dare “ossigeno” alle cellule e aumentare le probabilità di vivere in salute e bellezza. La disintossicazione non è solo un “fatto di salute” ma anche di estetica: dopo essersi disintossicati la pelle appare più luminosa e i capelli sono più lucenti e sani.

Ogni tipo di “intossicazione” richiede un’opera di disintossicazione appropriata: se, per esempio, s’avverte pancia gonfia  e intestino pigro, bisogna che ci si concentri sul fegato; se si ha sensazione di nausea o lingua eccessivamente patinata e alitosi bisogna adoperarsi a cambiare l’alimentazione; pelle opaca e scarsa diuresi fa pensare ad un sovraccarico dei reni.

Uno dei più potenti rimedi contro l’intossicazione del corpo è il limone, naturale, economico e molto efficiente nei confronti di diversi disturbi.

Altro alimento depurativo sono i semi di lino macinati in grado di fornire tutti i nutrienti e gli acidi grassi utili ad un buon trattamento disintossicante.

Ancora, il cardo mariano utile alla disintossicazione del fegato.

Dalla micoterapia arrivano in soccorso dell’organismo i funghi medicinali che hanno proprietà disintossicanti di molti organi.

Primo fra tutti, in qualità di master-detox è sicuramente l’acqua: è necessario bere a digiuno la mattina appena alzati e possibilmente lontano dai pasti nel corso delle ore successive. Bere limitate quantità di acqua rende inutile qualsiasi azione di depurazione e disintossicazione da parte dell’organismo nei confronti delle tossine. Oltre all’acqua anche bere le tisane e alcune tipi di possono aiutare nel delicato compito di pulizia e drenaggio. Il té bianco, per esempio, ha un’azione antiossidante piuttosto importante.

Prodotti dell’orto e la fitoterapia offrono alimenti utili allo scopo depurativo: l’ortica remineralizza e pulisce mentre il dente di leone (o tarassaco) lavora bene sul fegato e ha una buona azione energizzante nei confronti dei reni. Anche la frutta esplica un’azione disintossicante: la mela, l’uva e i germogli sono potenti rimedi per ripulire il fegato, l’intestino e migliorare la digestione. Infine, poi, il riso integrale e l’avena sono ottimi alimenti per regolarizzare l’intestino.

Qualunque sia la tecnica di depurazione utilizzata, è fondamentale ricordare che l’intero organismo, una macchina instancabile che lavoro costantemente, ha bisogno dei suoi momenti di relax, ovvero opere di disintossicazione e purificazione.

Rate this post
Avatar
Dott.ssa Biologa Minicone Sara
sara.minicone@gmail.com
No Comments

Post A Comment

Prenota qui la tua visita

Prenoti la sua visita medica o esame diagnostico, una nostra operatrice La ricontatterà per ultimare la prenotazione.


Questo sito internet fa uso di piccoli file di testo (cookie) atti al corretto svolgimento di tutte le funzioni visualizzate. I cookie sono normalmente usati per permettere al nostro portale di funzionare correttamente (cookie tecnici), di generare report e statistiche di utilizzo (cookie statistici) e di generare piccoli contenuti pubblicitari non invasivi in base alle pagine visitate (cookie di profilazione). La Privacy & Cookie Policy è consultabile in ogni momento a questo indirizzo.

Accettandone l’utilizzo, riusciremo ad offrire un servizio sempre migliore e mirato alle vostre esigenze.

Alcuni contenuti o funzionalità del nostro sito non sono disponibili in quanto non è stata accettata l’esecuzione dei cookie.
Questo succede perchè “%SERVICE_NAME%” richiede l’utilizzo di tali cookie. Per visualizzare questo contenuto o funzionalità, è necessario attivarli cliccando qui.