Servizio CUP

Aperto LUN - VEN
8:30 - 13:00 | 14:00 - 18:30


(+39) 081 0010202


App di Sanità Senza Problemi

L'App della buona sanità è arrivata!
Gratuita e disponibile per Android e iOS, smartphone e tablet!
Scaricala subito dal tuo Store!



I pistacchi contro l’invecchiamento

I pistacchi sono semi oleosi contenuti nel frutto del pistacchio ai quali, recenti studi, attribuiscono un potere eccezionale: contrastare l’invecchiamento. Questa è una delle tante  proprietà che possono  attribuirsi ai pistacchi, difatti sono responsabili anche di rallentamenti dei processi infiammatori; migliorare l’umore grazie al contenuto di  triptofano, l’aminoacido che aumenta i livelli di serotonina; mantenere i livelli di zuccheri costanti nel sangue, limitando gli stimoli della fame; ed esercitare un’azione antiossidante.

Per quanto riguarda le loro proprietà nutritive, i pistacchi sono ricchi di fibre, proteine e vitamina E che funge da potente antiossidante, prevenendo l’invecchiamento della pelle e delle cellule corporee, insieme alla Vitamina A, che protegge mucose e pelle.

Sulla frutta secca in questione sono stati condotti diversi studi coi quali si sono portati alla luce tre elementi importanti:

  1. I pistacchi possiedono estratti dal potere battericida o batteriostatico, specie nei confronti di batteri come lo Stafilococco aureo, MRSA, Listeria e il virus dell’Herpes simplex.
  2. Possono essere considerati degli spuntini ideali in quanto ricchi di rame, manganese e selenio, zinco, riboflavina e vitamina E, che contribuiscono alla protezione delle cellule dallo stress ossidativo. I pistacchi sono anche ad alto contenuto di vitamina B6 e una fonte di acido folico e ferro che contribuiscono al normale funzionamento del sistema immunitario. Sembra, infatti, che solo 55 gr di pistacchi al giorno possa influenzare positivamente l’invecchiamento cellulare;
  3. L’importante azione di rallentamento dell’invecchiamento si esplica a livello dei telomeri. I telomeri sono le regioni terminali di un cromosoma composto di DNA altamente ripetuto che protegge l’estremità del cromosoma stesso dal deterioramento o dalla fusione con cromosomi confinanti. Con il passare del tempo, i telomeri si accorciano in modo naturale, ma il processo, seppur irreversibile, può essere rallentato per allontanare l’invecchiamento. E stando alla ricerca, assumere regolarmente pistacchi sembra essere un buon metodo per rallentare l’accorciamento naturale dei telomeri.

Al di là del pistacchio, l’alimentazione in senso generale sembra avere un ruolo fondamentale per contrastare l’invecchiamento cellulare. Sono diversi gli studi che sottolineano come le corrette scelte alimentari possano influenzare positivamente i processi di invecchiamento dell’intero organismo. Esso è strettamente collegato ai processi infiammatori: più si evitano alimenti in grado di stimolare infiammazioni come grassi, zuccheri e prodotti industriali e processati, più si hanno prospettive di invecchiare meglio e più lentamente.

Avatar
Dott.ssa Biologa Minicone Sara
sara.minicone@gmail.com
Nessun commento

Lascia un commento

Questo sito internet fa uso di piccoli file di testo (cookie) atti al corretto svolgimento di tutte le funzioni visualizzate. I cookie sono normalmente usati per permettere al nostro portale di funzionare correttamente (cookie tecnici), di generare report e statistiche di utilizzo (cookie statistici) e di generare piccoli contenuti pubblicitari non invasivi in base alle pagine visitate (cookie di profilazione). La Privacy & Cookie Policy è consultabile in ogni momento a questo indirizzo.

Accettandone l’utilizzo, riusciremo ad offrire un servizio sempre migliore e mirato alle vostre esigenze.

Alcuni contenuti o funzionalità del nostro sito non sono disponibili in quanto non è stata accettata l’esecuzione dei cookie.
Questo succede perchè “%SERVICE_NAME%” richiede l’utilizzo di tali cookie. Per visualizzare questo contenuto o funzionalità, è necessario attivarli cliccando qui.