Servizio CUP

Aperto LUN - VEN
8:30 - 13:00 | 14:00 - 18:30


(+39) 081 0010202


App di Sanità Senza Problemi

L'App della buona sanità è arrivata!
Gratuita e disponibile per Android e iOS, smartphone e tablet!
Scaricala subito dal tuo Store!



Fucus: alga acceleratrice del metabolismo

Il Fucus, anche detta Quercia marina, è un’alga dalle foglie appiattite e allungate che cresce lungo le coste dei mari temperati e freddi dell’emisfero settentrionale. In fitoterapia è comune l’utilizzo del suo tallo, ovvero il corpo vegetativo dell’alga, ricco in oligoelementi, tra cui iodio, vitamine, polifenoli, tannini, steroli e mucillagini. Non mancano, poi, vitamine del gruppo B e C. L’alta concentrazione di iodio presente deriva dal mare in cui è sommersa e, seppur inizialmente assimilato dall’uomo in forma inorganica, quindi non biodisponibile, viene  dall’organismo complessato alle proteine e trasformato in elemento “facilmente assorbibile”; nel corpo va a depositarsi nella tiroide per poi essere incorporato negli ormoni tiroidei, tiroxina e triiodotironina. Il suo coinvolgimento nella formazione degli ormoni tiroidei fa sì che il Fucus sia implicato nella regolazione del metabolismo, difatti può essere utilizzato per favorire il dimagrimento se, in concomitanza,  è seguita una dieta ipocalorica bilanciata abbinata ad attività fisica regolare. La sua azione oltre che stimolante per il metabolismo, riguarda anche la capacità di ridurre i livelli di colesterolo totale, mentre la sua attività ipoglicemizzante può contribuire a normalizzare i livelli di zuccheri nel sangue. Ancora, poi, i componenti del fucus richiamano acqua che nell’organismo favoriscono l’idratazione delle feci e, dunque, la peristalsi, conseguentemente l’evacuazione. Questi sono i motivi per i quali è consigliato nel trattamento della cellulite e, in generale, nelle diete dimagranti.

Le mucillagini presenti nell’alga la rendono efficace contro il reflusso gastroesofageo grazie all’azione antinfiammatoria e protettiva sulla mucosa dello stomaco dei gel vischiosi formati dagli alginati. Tuttavia, a causa della sua azione stimolante sulla tiroide, se assunto in quantità eccessive può causare un ipertiroidismo transitorio riconoscibile per la comparsa di tremori, irritabilità, tachicardia, insonnia e ipertensione arteriosa.

Infine, il Fucus è controindicato in chi soffre o ha sofferto di disturbi tiroidei di qualunque natura e, in particolare, di malattie associate a un’iperattività della ghiandola, non deve essere assunto dai cardiopatici o da soggetti affetti da aritmie, fibrillazione atriale o ipertensione arteriosa, in donne in gravidanza né durante l’allattamento e non dovrebbe essere usato nei bambini, in particolare prima dei dieci anni.

Avatar
Dott.ssa Biologa Minicone Sara
sara.minicone@gmail.com
No Comments

Post A Comment

Questo sito internet fa uso di piccoli file di testo (cookie) atti al corretto svolgimento di tutte le funzioni visualizzate. I cookie sono normalmente usati per permettere al nostro portale di funzionare correttamente (cookie tecnici), di generare report e statistiche di utilizzo (cookie statistici) e di generare piccoli contenuti pubblicitari non invasivi in base alle pagine visitate (cookie di profilazione). La Privacy & Cookie Policy è consultabile in ogni momento a questo indirizzo.

Accettandone l’utilizzo, riusciremo ad offrire un servizio sempre migliore e mirato alle vostre esigenze.

Alcuni contenuti o funzionalità del nostro sito non sono disponibili in quanto non è stata accettata l’esecuzione dei cookie.
Questo succede perchè “%SERVICE_NAME%” richiede l’utilizzo di tali cookie. Per visualizzare questo contenuto o funzionalità, è necessario attivarli cliccando qui.