Servizio CUP

Aperto LUN - VEN
8:30 - 13:00 | 14:00 - 18:30


(+39) 081 0010202


App di Sanità Senza Problemi

L'App della buona sanità è arrivata!
Gratuita e disponibile per Android e iOS, smartphone e tablet!
Scaricala subito dal tuo Store!



Giornata nazionale dei Disturbi Del Comportamento Alimentare

 

In occasione della Giornata Nazionale dei disturbi alimentari, è utile dedicare uno spazio a tali disturbi per comprendere quali sintomi li caratterizzano, quali trattamenti e cure sono possibili.
I disturbi del comportamento alimentare nascono da un consumo di cibo non sano e dannoso per il benessere psicologico e fisico. Motivo  di  eccessivo dimagrimento o aumento di peso, di conseguenze gravi a livello medico e psicologico.

Quali sono i Disturbi del Comportamento Alimentare

  • Pica: portare alla bocca e ingerire ripetutamente per almeno un mese sostanze  non alimentari e non commestibili, come carta, stoffa, sapone, capelli, lana, terra, metallo. Il disturbo si presenta più spesso nell’infanzia.
  • Disturbo di ruminazione: ripetuto rigurgito di cibo per un periodo di almeno un mese.  Il cibo rigurgitato può essere rimasticato, ringoiato o sputato. Comportamento non dovuto a disagi medici e ad altri disturbi   alimentari (anoressia, bulimia)
  • Disturbo evitante/restrittivo dell’assunzione di cibo: evitare di assumere determinati cibi importanti dal punto di vista nutritivo con una conseguente perdita di peso e carenze nutrizionali a livello medico.
  • Anoressia nervosa: intensa paura di ingrassare anche se si è sottopeso, rifiutando il cibo o con condotte  utili per smaltire il cibo ingerito ( vomito, uso di lassativi, eccessiva attività fisica). Nonostante un corpo molto magro, l’anoressica-o  si considera grassa-o. In età adolescenziale, chi soffre di tale disturbo tende a comportamenti autolesionisti.
  • Bulimia nervosa:  frequenti abbuffate seguite da vomito autoindotto, uso di lassativi ed eccessiva attività fisica per non ingrassare.
  • Disturbo da alimentazione incontrollata (BED): ricorrenti episodi di abbuffate,  dove è forte la sensazione di perdere il controllo e di non riuscire a smettere di mangiare. A differenza della bulimia, sono assenti il vomito e le condotte per evitare di ingrassare. Spesso chi soffre di questo disturbo è in sovrappeso o in una condizione di obesità.
  • Disturbi alimentari con altra specificazione: disturbi che non rientrano in quelli precedenti ma causano un disagio medico, sociale e psicologico come le abbuffate notturne.

Come prevenire tali disturbi 

Fondamentale prevenire tali disturbi, coinvolgendo la famiglia e la scuola con incontri di informazione e sensibilizzazione, con percorsi di sostegno alla genitorialità, volti ad aiutare i genitori a rapportarsi con i propri figli e  con i loro problemi. Così sarà possibile riconoscere i sintomi e intervenire nelle prime fasi del disturbo, in particolare in età adolescenziale.

Quali i trattamenti  

Importante la collaborazione di diverse figure professionali (medici, psichiatri, psicologi, psicoterapeuti, nutrizionisti) nella cura di tali disturbi, considerato i vari trattamenti:

  • Trattamento farmacologico
  • Trattamento psicoterapeutico per recuperare un rapporto sano col cibo e col proprio corpo
  • Interventi di natura medica, in particolare nei casi di sottopeso
  • Percorso educativo alimentare
  • Sostegno psicologico alla famiglia

Nei casi più gravi  dal punto di vista medico e psicologico, esistono centri specializzati dove un gruppo di vari professionisti si attiva per sconfiggere tali disturbi e guarire il paziente.

 

Dr.ssa Annalisa Allocca Psicologa Clinica e di Comunità

 

 

 

 

 

Avatar
Dr.ssa Annalisa Allocca
annalisaal@tiscali.it

Psicologa Clinica e di Comunità, specializzanda presso l’IGAT di Napoli “ Scuola di Specializzazione in Psicoterapia della Gestalt e Analisi Transazionale” In diversi anni di attività ho collaborato con vari enti associativi ed istituzionali in progetti rivolti a famiglie disagiate, adolescenti a rischio e diversamente abili, organizzato seminari e convegni su tematiche di vario genere e condotto corsi di preparazione alla nascita e di sostegno alla genitorialità. Inoltre ho maturato esperienza in yoga della risata presso l’istituto penale per minori di Napoli che ha sede a Nisida fino a diventare leader in tale disciplina. Attualmente svolgo attività privata consistente in sostegno psicologico individuale, di gruppo e di coppia rivolto ad adulti, adolescenti, bambini e genitori, collaboro con la Clinica Santa Patrizia nel protocollo SICOB per la valutazione psicologica del paziente obeso candidato alla chirurgia bariatrica e conduco gruppi motivazionali alla dieta, antistress e di sostegno alla genitorialità.

No Comments

Post A Comment

Prenota qui la tua visita

Prenoti la sua visita medica o esame diagnostico, una nostra operatrice La ricontatterà per ultimare la prenotazione.


Questo sito internet fa uso di piccoli file di testo (cookie) atti al corretto svolgimento di tutte le funzioni visualizzate. I cookie sono normalmente usati per permettere al nostro portale di funzionare correttamente (cookie tecnici), di generare report e statistiche di utilizzo (cookie statistici) e di generare piccoli contenuti pubblicitari non invasivi in base alle pagine visitate (cookie di profilazione). La Privacy & Cookie Policy è consultabile in ogni momento a questo indirizzo.

Accettandone l’utilizzo, riusciremo ad offrire un servizio sempre migliore e mirato alle vostre esigenze.

Alcuni contenuti o funzionalità del nostro sito non sono disponibili in quanto non è stata accettata l’esecuzione dei cookie.
Questo succede perchè “%SERVICE_NAME%” richiede l’utilizzo di tali cookie. Per visualizzare questo contenuto o funzionalità, è necessario attivarli cliccando qui.