Servizio CUP

Aperto LUN - VEN
8:30 - 13:00 | 14:00 - 18:30


(+39) 081 0010202


App di Sanità Senza Problemi

L'App della buona sanità è arrivata!
Gratuita e disponibile per Android e iOS, smartphone e tablet!
Scaricala subito dal tuo Store!



Cicloni, tornadi o uragani: eventi potenti ma imprevedibili

Nel mondo si è assistito varie volte a manifestazioni temporalesche piuttosto violente, generalmente indicate con il nome di “cicloni” il cui termine specifico varia a seconda della zona di origine: vi sono i cicloni propriamente detti, distinti in tropicali ed extra-tropicali, gli uragani e i tornado.

I cicloni sono delle grosse masse d’aria con una parte centrale di bassa pressione circondata da temporali che causano piogge torrenziali e forti venti. Sono manifestazioni stagionali che si generano in periodi caldi quando il calore fa evaporare l’acqua degli oceani all’equatore; il vapore sale verso l’alto e condensa a contatto con gli strati atmosferici a più bassa temperatura; nel frattempo le correnti d’aria circostanti cominciano a ruotare in senso antiorario se si trovano  nell’emisfero settentrionale, o orario se in quello meridionale, a causa della rotazione terrestre, trascinando con sé le nuvole della perturbazione. I cicloni si distinguono in tropicali ed extra-tropicali: i primi, ai quali spetta propriamente l’appellativo di cicloni propriamente detti, sono molto più intensi dei secondi, di minore durata e provocano venti di straordinaria violenza. Il periodo di loro tipica formazione va da giugno a settembre, periodo di maggiore umidità.

Quando questi venti circolari di un ciclone raggiungono circa i 100 chilometri orari e oltre, allora nasce un uragano. Il termine “uragano” si usa per definire i cicloni tropicali che colpiscono l’oceano Atlantico, termine che si equivale a “tifone” che però viene usato per l’oceano Pacifico. L’unica zona tranquilla di tale manifestazione è il suo centro, definito l’occhio del ciclone. Esso prende origine sugli oceani dove mostrano il culmine della loro potenza ma giunto sulla terraferma, a causa dell’attrito con il suolo, comincia a dissipare la sua energia e ad indebolirsi fino al disintegrarsi, a meno che ulteriore umidità, proveniente dal mare, non lo rialimenti. Gli uragani a seconda della zona d’origine assumono diversi nomi quali uragano,appunto, in America, willy-willy in Australia, tifone in Asia e baguyo nelle Filippine.

Se un ciclone è definito tornado, allora, si intende una violenta perturbazione atmosferica nota anche come tromba d’aria tipica delle regioni italiane o del Messico. Caratteristica dei tornado americani è, oltre all’estrema velocità del vento, la ristrettezza dell’area, di qualche decina o al massimo di qualche centinaio di metri quadrati. I tornado si spostano con una velocità media di circa 50 km/h; la durata del passaggio è di pochi secondi.

Quando un fenomeno del genere si verifica, i danni maggiori si contano lungo le zone costiere, le quali possono essere interessate non solo dagli effetti dei cicloni stessi, ma anche da fenomeni che da quest’ultimi originano ovvero inondazioni e trascinamenti di barche e altri oggetti che pericolosamente possono ricadere sulla terraferma.

Prevederli è, purtroppo, impossibile, tutto ciò che i centri specializzati di osservazione possono fare è identificare per tempo la depressione, ipotizzarne l’evoluzione e disporre misure di sicurezza.

Avatar
Dott.ssa Biologa Minicone Sara
sara.minicone@gmail.com
No Comments

Post A Comment

Questo sito internet fa uso di piccoli file di testo (cookie) atti al corretto svolgimento di tutte le funzioni visualizzate. I cookie sono normalmente usati per permettere al nostro portale di funzionare correttamente (cookie tecnici), di generare report e statistiche di utilizzo (cookie statistici) e di generare piccoli contenuti pubblicitari non invasivi in base alle pagine visitate (cookie di profilazione). La Privacy & Cookie Policy è consultabile in ogni momento a questo indirizzo.

Accettandone l’utilizzo, riusciremo ad offrire un servizio sempre migliore e mirato alle vostre esigenze.

Alcuni contenuti o funzionalità del nostro sito non sono disponibili in quanto non è stata accettata l’esecuzione dei cookie.
Questo succede perchè “%SERVICE_NAME%” richiede l’utilizzo di tali cookie. Per visualizzare questo contenuto o funzionalità, è necessario attivarli cliccando qui.