Servizio CUP

Aperto LUN - VEN
8:30 - 13:00 | 14:00 - 18:30


(+39) 081 0010202


App di Sanità Senza Problemi

L'App della buona sanità è arrivata!
Gratuita e disponibile per Android e iOS, smartphone e tablet!
Scaricala subito dal tuo Store!



Cibi Low-Fodmap per un intestino sano

Il termine FODMAP è un acronimo, derivato da “Fermentable Oligo- Di-, Mono-saccharides And Polyols” ovvero “Oligosaccaridi, Disaccaridi, Monosaccaridi Fermentabili e Polioli”, un termine utilizzato per indicare tutti quegli zuccheri presenti in alcuni alimenti che possono causare l’insorgenza dei sintomi del colon irritabile, condizione infiammatoria che riguarda il 15% della popolazione adulta italiana, con maggiore prevalenza tra le donne.

Questa sindrome si verifica in presenza di alcuni fattori come lo stress, che vanno a influenzare negativamente la regolare funzione digestiva dell’intestino, causando dolori e gonfiori addominali, stipsi o diarrea.

I Fodmap sono carboidrati a catena corta assorbiti in modo incompleto nel tratto gastro-intestinale che favoriscono l’insorgenza di stati di fermentazione nell’intestino, andando a compromettere la qualità di vita della persona che ne soffre.

Questi zuccheri sono contenuti in diversi alimenti:

  • Nei derivati del grano e della segale,
  • Nel cous-cous,
  • Nel latte,
  • Nei prodotti caseari,
  • In frutti come mango, pera, cocomero, ciliegie, albicocche, datteri e fichi,
  • Nel miele,
  • Nel cioccolato,
  • Nelle verdure cotte a foglia larga, in particolare la cicoria e la bietola,
  • Nelle verdure come asparagi, broccoli, finocchi, legumi, peperoni e funghi.

Molti di questi alimenti sono ottime fonti di fibre vegetali, note per accelerare il transito intestinale degli alimenti e promuovere un effetto lassativo, con ottimi benefici per l’organismo, proprio per questo motivo diventa difficile stabilire quali sono i livelli da non superare. Gli alimenti consentiti con bassi livelli di Fodmap sono carne di manzo, pollo, maiale, tonno in scatola, pesce, uova, formaggi stagionati o senza lattosio, pane, pasta, grissini, prodotti di pasticceria, purché composti da cereali e farine prive di frumento (i cereali privi di glutine sono anche privi di frumento) come: amaranto, avena, grano saraceno, miglio, quinoa, riso, mais, patate ecc. Alimenti invece non consentiti sono tutti quelli ad alto contenuto di forma cioè cioccolato a latte, gelato, tutti i legumi, succhi di frutta, cavoli, asparagi e così via. Piccoli accorgimenti, come, appunto, la scelta di cibi low-fodmap sono utili per il controllo dei sintomi della Sindrome dell’intestino irritabile (IBS) e altri disturbi gastrointestinali funzionali.

Avatar
Dott.ssa Biologa Minicone Sara
sara.minicone@gmail.com
No Comments

Post A Comment

Questo sito internet fa uso di piccoli file di testo (cookie) atti al corretto svolgimento di tutte le funzioni visualizzate. I cookie sono normalmente usati per permettere al nostro portale di funzionare correttamente (cookie tecnici), di generare report e statistiche di utilizzo (cookie statistici) e di generare piccoli contenuti pubblicitari non invasivi in base alle pagine visitate (cookie di profilazione). La Privacy & Cookie Policy è consultabile in ogni momento a questo indirizzo.

Accettandone l’utilizzo, riusciremo ad offrire un servizio sempre migliore e mirato alle vostre esigenze.

Alcuni contenuti o funzionalità del nostro sito non sono disponibili in quanto non è stata accettata l’esecuzione dei cookie.
Questo succede perchè “%SERVICE_NAME%” richiede l’utilizzo di tali cookie. Per visualizzare questo contenuto o funzionalità, è necessario attivarli cliccando qui.