[datetoday]
Servizio CUP

Aperto LUN - VEN
8:30 - 13:00 | 14:00 - 18:30


(+39) 081 0010202


App di Sanità Senza Problemi

L'App della buona sanità è arrivata!
Gratuita e disponibile per Android e iOS, smartphone e tablet!
Scaricala subito dal tuo Store!



Castagne: il bianco come colore nutrizionale

Quando arriva l’autunno, le castagne si fanno largo spazio nei negozi di ortofrutta e sulle tavole: sono ottime da consumare calde a merenda o dopocena. Questi piccoli frutti di colore marrone, non sono solo buoni e gustosi, sono soprattutto un autentico ricostituente 100% naturale e un alleato contro stress e stanchezza.

Le castagne sono fonte di carboidrati complessi e di molti amidi, composizione grazie alla quale rappresentano un serbatoio di energia ideale.

Abbondano in minerali, soprattutto potassio, magnesio e fosforo:

  • il magnesio evita i crampi muscolari e contrasta la stanchezza mentale e fisica;
  • il fosforo sostiene il sistema nervoso;
  • il potassio protegge il cuore e la pressione;

Le castagne contengono anche vitamine B2 e PP, fondamentali per la salute dei tessuti e sono particolarmente indicate quando si aumenta il fabbisogno energetico, per gli sportivi ad esempio, e nei cambi di stagione.

Da menzionare è anche la presenza dell’acido folico o vitamina B9, fondamentale in gravidanza per un sano sviluppo del feto, che favorisce la produzione dei globuli rossi e contrasta l’anemia. Il consumo regolare di castagne aiuta a evitare patologie anche gravi a carico del nascituro. Il mix di nutrienti che la compongono sono un toccasana per muscoli e ossa.

Nonostante le ingannevoli apparenze, date dal guscio esterno del frutto, il vero “colore nutrizionale” della castagna è il bianco, ovvero la tinta della sua polpa. Il colore bianco è spia del fatto che è ricca di due composti particolarmente interessanti: potassio e fibra. Il primo contribuisce al normale funzionamento del sistema nervoso, della funzione muscolare e della pressione sanguigna; il secondo mantiene in salute l’intestino e contribuisce al mantenimento di livelli normali di colesterolo nel sangue, oltre a tenere stabile la glicemia.

Le castagne non possono essere consumate giornalmente in sostituzione di un altro frutto perché il contenuto calorico e la percentuale di carboidrati non lo consentono, difatti possono esser paragonate al pane integrale in termini di valore nutrizionale e calorie, quindi è consigliabile un loro inserimento nella dieta ma con moderazione.

Avatar
Dott.ssa Biologa Minicone Sara
sara.minicone@gmail.com
Nessun commento

Lascia un commento