Servizio CUP

Aperto LUN - VEN
8:30 - 13:00 | 14:00 - 18:30


(+39) 081 0010202


App di Sanità Senza Problemi

L'App della buona sanità è arrivata!
Gratuita e disponibile per Android e iOS, smartphone e tablet!
Scaricala subito dal tuo Store!



I fiori non solo per bellezza

Da sempre i fiori ornamentano le case, le tavole e fanno parte dei addobbi per ogni occasione. Ma cosa si penserebbe se si iniziasse a mangiare quello che fino a ieri era solo oggetto di bellezza?  Eh sì, perché esistono fiori eduli, commestibili e che hanno speciali proprietà.

I fiori commestibili sono usati in molti stili diversi di cucina e possono essere trovati nei menù di tutto il mondo: migliorano l’aspetto dei piatti, il gusto e il valore del cibo, aspetti che i consumatori apprezzano, giustificando la crescente tendenza delle vendite di fiori freschi di alta qualità in tutto il mondo. Tuttavia, i consumatori sono sempre più attenti alle reali proprietà benefiche sulla salute degli alimenti che portano in tavola, alle loro potenziali proprietà antiossidanti e antimicrobiche.

Di seguito vi sono alcuni esempi di piante usate non solo a scopo ornamentale:

  • L’ibisco, la sua pianta produce grandi fiori, la cui varietà commestibile più popolare è conosciuta come rosella o Hibiscus sabdariffa. Alcuni studi indicano che l’ibisco può aiutare a ridurre la pressione sanguigna e i livelli di colesterolo, anche se sono necessarie ulteriori ricerche per capire meglio come esso possa supportare la salute del cuore;
  • I denti di leone, piccoli fiori con molti petali giallo che incentivano la produzione di  vari composti dalle potenti proprietà antiossidanti;
  • La lavanda, probabilmente conosciuta più per la sua fragranza che per lue su proprietà culinarie e nutritive. In realtà negli infusi ha capacità rilassanti l’organismo, e la sua delicatezza la rende malleabile ed adattabile a diversi alimenti, tra cui prodotti da forno, sciroppi infusi, liquori, tisane, spezie secche e miscele di erbe. Il suo sapore si abbina bene con ingredienti sia dolci che salati, tra cui agrumi, frutti di bosco, rosmarino, salvia, timo e cioccolato;
  • Il nasturzio, fiore edibile molto utilizzato in ambito culinario grazie alla varietà di colori dei suoi fiori e del loro sapore unico. Sia le foglie che i fiori di nasturzio sono commestibili e possono essere gustati cotti o crudi, possono essere utilizzati per preparazioni di torte, pasticcini e insalate. Il nasturzio non è solo un ingrediente versatile e accattivante, ma anche nutriente in quanto contenente una varietà di minerali e composti salutari con effetti antiossidanti e antinfiammatori.

Oltre a questi fiori “speciali”, ve ne sono molti altri, forse anche più comuni, che possono rientrare nell’ordinaria dieta quotidiana, quali fiori di erba cipollina, di arancio, di malva o di margherita, fiori di zucca, salvia o sambuco e così via. Fiori che un tempo erano regolarmente utilizzati in cucina, sicuramente alle corti e nelle cucine dei signori di un tempo, ma oggi si stanno riportando alla luce i loro benefici e, rispetto a un paio di secoli fa, sono accessibili a tutti, tutto sta nel saperli adattare e combinare.

Avatar
Dott.ssa Biologa Minicone Sara
sara.minicone@gmail.com
No Comments

Post A Comment

Questo sito internet fa uso di piccoli file di testo (cookie) atti al corretto svolgimento di tutte le funzioni visualizzate. I cookie sono normalmente usati per permettere al nostro portale di funzionare correttamente (cookie tecnici), di generare report e statistiche di utilizzo (cookie statistici) e di generare piccoli contenuti pubblicitari non invasivi in base alle pagine visitate (cookie di profilazione). La Privacy & Cookie Policy è consultabile in ogni momento a questo indirizzo.

Accettandone l’utilizzo, riusciremo ad offrire un servizio sempre migliore e mirato alle vostre esigenze.

Alcuni contenuti o funzionalità del nostro sito non sono disponibili in quanto non è stata accettata l’esecuzione dei cookie.
Questo succede perchè “%SERVICE_NAME%” richiede l’utilizzo di tali cookie. Per visualizzare questo contenuto o funzionalità, è necessario attivarli cliccando qui.