[datetoday]
Servizio CUP

Aperto LUN - VEN
8:30 - 13:00 | 14:00 - 18:30


(+39) 081 0010202


App di Sanità Senza Problemi

L'App della buona sanità è arrivata!
Gratuita e disponibile per Android e iOS, smartphone e tablet!
Scaricala subito dal tuo Store!



Stomaco a palloncino? Qualche piccolo rimedio esiste!

Spesso il gonfiore di stomaco è un fastidioso sintomo, e segno, di una eccessiva presenza di gas che si può accompagnare a disturbi digestivi o gastrointestinali.

L’apparato digerente contiene normalmente parecchi gas che derivano dall’aria ingerita con la masticazione, dalle reazioni chimiche nello stomaco e dalla fermentazione batterica. La situazione diventa problematica quando i gas sono in eccesso: in questi casi si parla di meteorismo. Il meteorismo è, quindi, l’eccesso di gas nel tratto digerente, può essere causato da patologie quali la sindrome del colon irritabile, intolleranze alimentari, dispepsia, stipsi, disbiosi intestinale oppure da fattori psicologici (ansia, depressione, insonnia).

Nella maggior parte dei casi i gas provengono dall’ingresso di aria durante l’ingestione di cibi e bevande: si tratta in questo caso di aerofagia e può essere conseguenza di errori dell’alimentazione o nel modo di mangiare.

Per evitare gonfiore allo stomaco è necessario seguire un’alimentazione adeguata ricca in alimenti che non provochino e non aumentino il gonfiore addominale quali:

  • la carne, meglio se bianca e due-tre volte a settimana;
  • il pesce, anche tre volte a settimana, meglio il pesce azzurro;
  • le uova, in numero di 2-3 a settimana;
  • pochi latticini, quelli naturalmente scarsi in lattosio quali lo yogurt (meglio greco), il parmigiano;
  • finocchi, che limitano le fermentazioni intestinali e i cui semi assorbono i gas in eccesso;
  • mirtilli,dall’azione antifermentativa;
  • le tisane, a base di sostanze anti-gonfiore come menta, cumino, semi di finocchio e malva.

Per aiutare in tal senso lo stomaco bisognerebbe evitare

  • le bevande gassate, dolci, zuccherate ma anche alcoliche (i vini frizzanti, gli spumanti);
  • gli alimenti lievitati, soprattutto i prodotti industriali;
  • gli alimenti ricchi “di aria” quali panna montata, frappè, creme con panna montata;
  • le caramelle e soprattutto i chewing-gum;
  • gli insaccati;
  • legumi.

 Oltre a regole alimentari bisogna:

  • masticare lentamente a bocca chiusa;
  • non parlare durante la masticazione;
  • non bere con la cannuccia;
  • non coricarsi subito dopo il pasto;
  • consumare pasti piccoli e frequenti, con calma e senza fretta, piuttosto che pochi pasti ma abbondanti.
Avatar
Dott.ssa Biologa Minicone Sara
sara.minicone@gmail.com
Nessun commento

Lascia un commento