Servizio CUP

Aperto LUN - VEN
8:30 - 13:00 | 14:00 - 18:30


(+39) 081 0010202


App di Sanità Senza Problemi

L'App della buona sanità è arrivata!
Gratuita e disponibile per Android e iOS, smartphone e tablet!
Scaricala subito dal tuo Store!



Esame ACIDO 5 IDROSSI 3 INDOLACETICO [dU]

 

Che cos’è l’ Acido 5 idrossi 3 Indolacetico [dU]?

L’acido 5-idrossi-indolacetico (5-HIAA) è il principale metabolita della serotonina, una sostanza chimica (neurotrasmettitore) che favorisce i collegamenti tra le cellule nervose. L’esame misura la concentrazione di 5-HIAA nell’urina o nel sangue.

La serotonina è prodotta, al bisogno, dal sistema nervoso (principalmente dal cervello) ma anche da particolari cellule dell’albero bronchiale (polmoni) e del tratto gastrointestinale (GI). E’ una molecola che favorisce la trasmissione degli impulsi nervosi, è un vasocostrittore, contribuisce al ritmo sonno-veglia e condiziona l’umore. Dopo aver svolto la sua funzione, viene metabolizzata a livello epatico ed i suoi metaboliti, compreso l’acido 5-idrossi-indolacetico, vengono escreti nell’urina.

Normalmente, nell’urina sono presenti solo piccole quantità di acido 5-idrossi-indolacetico. Notevoli quantità di serotonina e acido 5-idrossi-indolacetico possono essere prodotte, invece, dai tumori carcinoidi. Si tratta di masse neuroendocrine cancerose o non cancerose a crescita lenta che interessano il tratto gastrointestinale, specialmente l’appendice, e i polmoni. Circa 2 tumori carcinoidi su 3 sono stati osservati nel tratto gastrointestinale, gli altri prevalentemente nei polmoni, ma anche in altri organi.
Secondo la Fondazione AIRC (Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro) i tumori neuroendocrini o  carcinoidi più frequenti riguardano il tratto gastro-entero-pancreatico (60-70 per cento); seguono quelli che colpiscono polmoni e apparato respiratorio (20-30 per cento) o altre regioni del corpo (10 per cento).

Quando i tumori carcinoidi vengono scoperti in pazienti asintomatici nel corso di interventi chirurgici eseguiti per altre ragioni, questi vengono definiti tumori “incidentali” o incidentalomi. Una piccola percentuale di questi tumori può crescere in misura tale da provocare ostruzione intestinale o bronchiale.

Circa il 10% dei tumori carcinoidi, prevalentemente quelli trovati nel tratto gastrointestinale che interessano il fegato, producono serotonina in quantità sufficiente da provocare sintomi come vampate, diarrea, accelerata frequenza cardiaca e asma, tutti riferibili a sindrome carcinoide. La serotonina che provoca la sindrome carcinoide può essere rilasciata in modo continuo o intermittente e può provocare il rilascio di quantità significative di 5-HIAA nell’urina e nel sangue.

Come viene raccolto il campione per il test?

  • Un campione di urine raccolte nelle 24 ore è preferibile per misurare il 5-HIAA perché le concentrazioni del metabolita possono variare nel corso della giornata. Per la raccolta delle urine nelle 24 ore, tutte le urine prodotte devono essere raccolte per un periodo di 24 ore. É raccomandato tenerle in un luogo fresco ed al riparlo dalla luce. Il contenitore per la raccolta delle urine deve contenere un acido (HCl, in genere fornito dal Laboratorio).
  • Un campione di urina estemporaneo può essere utilizzato quando non è possibile la raccolta delle 24 ore. In questo caso è necessario misurare anche la creatinina nel campione urinario ed esprimere il risultato in rapporto con questa.
  • Occasionalmente, un campione di sangue prelevato da una vena.

Esiste una preparazione al test che possa assicurare la buona qualità del campione?

La preparazione prima del campionamento è importante per un risultato accurato del 5-HIAA. Cibi come avocado, banane, ananas, prugne, cantalupi, pompelmi, meloni, kiwi, noci e pomodori possono interferire con la misura del 5-HIAA e devono quindi essere evitati nei 3 giorni che precedono la raccolta dell’urina e durante la raccolta stessa. Anche un certo numero di farmaci può influenzare il test, ma è opportuno parlarne col proprio medico prima di diminuire o cessare ogni cura.

Alcuni laboratori richiedono il digiuno notturno prima della raccolta dei campioni di sangue.

 

Prenota qui la tua visita

Prenoti la sua visita medica o esame diagnostico, una nostra operatrice La ricontatterà per ultimare la prenotazione.


Questo sito internet fa uso di piccoli file di testo (cookie) atti al corretto svolgimento di tutte le funzioni visualizzate. I cookie sono normalmente usati per permettere al nostro portale di funzionare correttamente (cookie tecnici), di generare report e statistiche di utilizzo (cookie statistici) e di generare piccoli contenuti pubblicitari non invasivi in base alle pagine visitate (cookie di profilazione). La Privacy & Cookie Policy è consultabile in ogni momento a questo indirizzo.

Accettandone l’utilizzo, riusciremo ad offrire un servizio sempre migliore e mirato alle vostre esigenze.

Alcuni contenuti o funzionalità del nostro sito non sono disponibili in quanto non è stata accettata l’esecuzione dei cookie.
Questo succede perchè “%SERVICE_NAME%” richiede l’utilizzo di tali cookie. Per visualizzare questo contenuto o funzionalità, è necessario attivarli cliccando qui.